Windows non parla straniero.

Avete mai provato a cambiare la lingua in Windows? Io l'ho dovuto fare oggi ed ho scoperto che un'operazione che dovrebbe essere semplice e banale, soprattutto per un sistema operativo che viene esaltato come user friendly, è invece molto difficile; inoltre, con ogni probabilità, viola anche la licenza d'uso del sistema operativo!
La storia è piuttosto banale, l'altro giorno ricevo una telefonata di un parente, mi avvisa che a breve riceverò una telefonata da un suo amico bulgaro che ha un problema con il pc. In effetti, dopo pochissimi minuti, ricevo la telefonata di una simpatica signora bulgara che mi annuncia la sua necessità: "mio marito ha bisogno di Windows in lingua bulgara ma non riesco ad impostarlo in nessun modo". Io, incapace di apprendere le lezioni imposte dalla Legge di Murphy, rispondo con arroganza: "che problema c'é? Vengo nel pomeriggio ed in due minuti sistemo tutto".

Eh già perché in passato, per simile richiesta, avevo già cambiato la lingua di visualizzazione di Gnu/Linux (Ubuntu). Inutile dire che quell'operazione fu un gioco da ragazzi, bastò andare nell'apposito menu, scegliere la lingua da utilizzare (tra cui c'erano anche Sardo e Friulano!) ed attendere che il sistema la installasse. Pochi click del mouse, pochi minuti, pochissima fatica. Ma purtroppo, una volta giunto a casa dei clienti, mi sono reso conto quasi subito di essere un povero illuso. Per cambiare la lingua di visualizzazione in Windows è necessario "hackerare" il sistema operativo e fare qualche ricerca su internet, nonché violare forse la licenza d'uso imposta da Microsoft. Dico questo perché, pur non avendo letto nel dettaglio la licenza d'uso (non ne avevo alcuna voglia), durante la ricerca dei file della lingua in giro per il web sono incappato più volte in file ospitati su rapidshare che erano stati cancellati a causa della violazione del copyright!

Ho scoperto quindi, grazie a google, che Microsoft consente il cambio della lingua sontanto se si dispone della carissima versione ultimate (quasi 300 euro per la versione full, l'equivalente in euro di un pc economico!), negli altri casi il cambio della lingua è impossibile, se non utilizzando tool esterni e non autorizzati da Microsoft. Scopro, dopo qualche ricerca su google, che esiste un tool chiamato Vistalizator che, nonostante il nome, funziona anche con Windows 7 e consente di cambiare la lingua di Windows. Tutto questo è avvenuto davanti agli occhi allibiti del cliente, reo di volere usare un sistema operativo nella sua lingua. L'uomo sembrava sorpreso nel vedermi cercare su google, finire su file memorizzati su Rapidshare e non riuscire a scaricarli perché i file erano stati cancellati per violazione di copyright, infatti ad un certo punto mi ha detto: "io ho comprato il sistema operativo originale, perché cerchi di installarmi roba pirata da internet?".

Al che, anticipando ciò che avrei comunque fatto, mi sono fermato un attimo e gli ho spiegato che ero cosciente del fatto che il suo windows era originale ma nello specifico caso poteva operare due scelte: utilizzare Windows 7 in italiano (cosa che gli ho fortemente consigliato) o installare la lingua bulgara tramite un'operazione non supportata da Microsoft e che probabilmente violava la licenza d'uso. Nel secondo caso l'operazione era a suo rischio e pericolo. L'uomo mi ha detto di non essere abbastanza pratico della lingua italiana e di avere bisogno della lingua bulgara. In quel momento ho pensato a tutti gli stranieri che vivono in Italia e che, comprando un pc con windows 7, non possono installare il sistema operativo nella loro lingua madre.

Per farla breve dopo aver perso due ore, trascorse tra il tempo necessario per capire come fare ed il tempo necessario per scaricare i file della lingua (con una misera chiavetta 3), sono riuscito ad installare il tanto agognato idioma bulgara nel PC del cliente.

Un'operazione che nel mio sistema operativo preferito richiede due click in windows 7 si è trasformata in una sorta di odissea.

Ho riso pensando a tutti quelli che affermano: "con Windows sei subito operativo e non devi ricompilare il kernel" (operazione mitologica di cui abbiamo già discusso). Può un sistema operativo moderno, in un mondo globalizzato, vietare l'installazione di più lingue? Se io italiano volessi comprare nel mercato comune europeo, in Germania per esempio, perché dovrei essere costretto ad utilizzare Windows in una lingua che non mi appartiene? Misteri di Microsoft.

Alla fine comunque la lingua bulgara è installata, l'uomo è soddisfatto ma mi pone una domanda semplice semplice: "mia moglie vuole mettere come sfondo della scrivania, sul suo pc, le foto dei nostri figli, ma non ci riesce. Come mai?". Io, dimostrando di non aver imparato la lezione, gli rispondo: "che ci vuole? Facciamo subito". Ma, una volta preso in mano il netbook della donna, non riesco a trovare il modo per cambiare lo sfondo, noto che la signora ha un netbook su cui è installato Windows 7 starter edition, cerco su google e rimango allibito nello scoprire che su Windows 7 starter edition non è possibile cambiare lo sfondo della scrivania!

Schizofrenico, allucinante, fuori da ogni logica! Probabilmente esiste l'ennesimo tool esterno e non autorizzato che ti consente di modificare lo sfondo della scrivania ma io non ho alcuna voglia di cercare, ho già perso mezza giornata e non ho voglia di impazzire per risolvere un problema che in un mondo normale dovrebbe essere assolutamente banale, rispondo alla signora: "mi dispiace, ma su questa versione di Windows non è possibile cambiare lo sfondo", la signora mi guarda come se fossi matto e mi dice: "ma se ho messo le foto dei miei figli pure sul cellulare, com'è possibile non si possa fare sul computer?". L'affermazione della signora ha una logica ineccepibile ma io allargo le braccia, faccio spallucce e rispondo: "signora, cosa le devo dire? Chieda a Microsoft, contatti il centro assistenza e si lamenti di queste limitazioni, io non posso farci niente".

Ogni volta che mi ritrovo ad usare software proprietario (chissà perché ma ho il timore che con Apple incapperei in simili follie, basta guardare che cosa bisogna fare per poter sviluppare applicazioni per iPhone!) alla fine mi sento stanco ed esaurito, non riesco ad accettare queste assurde limitazioni. Mi aspetto una futura edizione di windows, la "one hand edition"", adatta agli utenti che scrivono lentamente. Potrai usare la tastiera con una sola mano mentre con l'altra dovrai necessariamente scaccolarti il naso, pena il blocco del sistema e l'arrivo della polizia a casa. A questo punto ci vorrebbe una sonora pernacchia, ma il mio wordpress non supporta l'audio.

Instagram